A A A
Home page

Stemma antico e nuovo marchio

stemma
Lo stemma delle Regole di Spinale e Manez, due spade con impugnature diverse incrociate sopra una rosa, si ritrova fin nei documenti più antichi della comunità: una sorta di sigillo o timbro che fino ad oggi è stato usato sugli intestati e sui documenti come un vero e proprio marchio.
La sua origine è probabilmente araldica in quanto gli elementi che lo compongono sono legati alla simbologia medievale, un periodo storico nel quale era usanza per tutte le organizzazioni sociali e le corporazioni, oltre ai comuni, le casate, il potere militare, ecc. adottare un simbolo di identificazione.
La spada in araldica è una figura artificiale molto ricorrente e quindi carica di diversi significati: nei simboli cavallereschi essa rappresenta la giustizia e possiamo facilmente pensare che fosse proprio questo il significato che la comunità ha voluto attribuirle.
La rosa è invece una figura naturale di significato simile al giglio: speranza, aspettazione del bene, purezza, candore dell’animo. Nello stemma della comunità viene rappresentata in modo un po’ diverso dalle tradizionali raffigurazioni: ha infatti più di cinque petali oltre a gambo e foglie che di solito non appaiono.
Nel 2006 le Regole di Spinale e Manez hanno deciso di affidare ad un’agenzia grafica un’operazione di restyling del marchio al fine di dargli una forma grafica precisa, riconoscibile e di facile lettura. Il lavoro grafico, basato su un preciso studio delle origini del simbolo, ne ha reso le forme più regolari, togliendo parte del carattere illustrativo dovuto anche alle imprecisioni nei vari rifacimenti manuali.
La nuova veste grafica è stata elaborata con l’obiettivo di mantenere e sottolineare i valori della storicità, della naturalità e dell’eredità culturale.
Anche la scelta dei colori è stata accurata, mirata a rappresentare il legame della comunità alla sua terra attraverso la pulizia, l’organizzazione e la distribuzione del patrimonio territoriale.
Il nuovo “marchio” della comunità delle Regole è stato introdotto per la prima volta nell’ambito di una particolare operazione di comunicazione realizzata attraverso la posa di una segnaletica sugli immobili di proprietà delle Regole distribuiti su tutto il territorio.
Per questa operazione il marchio è stato “scorporato” in modo da abbinare i diversi elementi ad altrettanti elementi del territorio e della proprietà delle Regole: la rosa è così accostata agli edifici naturalistici come le malghe e il vivaio, la spada con impugnatura a croce si trova presso gli edifici ad uso pubblico come i rifugi, la spada ad impugnatura semplice è infine abbinata agli edifici civili e alle rappresentazioni istituzionali della Comunità.
Il vecchio stemma delle Regole:

vecchio stemma