A A A
Home page

Prà della Casa ex Vivaio Brenta: una porta per le Regole e per il Parco

“… l’uomo che con umiltà si pone al servizio della montagna, la aiuta, la salva dalla distruzione degli altri uomini… il vivaio che al tempo stesso diventa giardino bellissimo, affresco della cultura forestale…” (Franco de Battaglia)
Ex vivaio
E’ la porta della Val Brenta, dopo tanto aspettare la natura incontrò l’uomo. Sull’area sono presenti importanti manufatti del sistema insediativo e produttivo stratificatosi nel corso dei secoli a supporto della particolare forma di nomadismo pastorale che fin dalla antichità ha permesso un razionale ed equilibrato sfruttamento delle nostre montagne e la sopravvivenza delle popolazioni. Qui c’era un vivaio di piantine di abete rosso, abete bianco, pino cembro e larice.
Si prevede il recupero di quest’area attraverso la realizzazione di un punto informativo per favorire al visitatore l’incontro con la montagna e con chi vi abita, all’interno di una struttura destinata al turismo sociale. Verrà mantenuto e migliorato il grande prato circostante che ospiterà un nuovo piccolo vivaio.


Ex Vivaio Brenta

Documenti allegati