A A A
Home page

2002: cieli d'autore

Paolo Vallorz e Alberto Bertoldi

3-25 agosto 2002

Capanna Hofer allo Spinale

… non si tratta solo della rappresentazione di un paesaggio naturale, che entra in sintonia con i moti dell’anima attraverso le sue qualità intrinseche…
Alzando gli occhi al cielo, scorgo nella forma infinitamente mutevole delle nubi i vari segni che formano il mio destino…
… In questa lunga tradizione, dove si uniscono indissolubilmente il sapere e la sensibilità, la capacità di osservazione e il dono dello stupore, la pazienza e la decisione, lo charme infantile e il lavoro del naturalista, si inscrivono oggi i cieli di Paolo Vallorz.
… Il blu del cielo e la spugna: i due elementi emblematici che tornano sempre nella vita di coloro che, in pittura, hanno tentato di affrontare il problema del caso e della necessità e che, alzando gli occhi al cielo e alle nuvole, hanno tentato di decifrare il significato che l’immagine nelle nuvole offre allo sguardo. Immagine naturale, mutevole, imprevedibile, essa traccia nell’azzurro del cielo un segno di cui aspettiamo una conoscenza, o una riconoscenza…
(Jean Clair)
Si tratta della prima mostra temporanea ospitata nella restaurata Capanna Hofer allo Spinale ed inaugurata in concomitanza alla mostra permanente “Spinale e Manez, le Regole: un altro modo di possedere”, il 3 agosto 2002.
L’esposizione consiste in alcune delle più belle tele ad olio, a tema “cielo”, dipinte da Paolo Vallorz e Alberto Bertoldi e ospitate nella sala centrale della Capanna Hofer: sfumature azzurro-cielo nel cuore della storia delle Regole e di Madonna di Campiglio, a più di 2.000 metri di quota.
L’evento rientra nella programmazione de “Il Mistero dei Monti” che nasce proprio nel 2002 dall’ideazione del Gruppo Alte Quote: un progetto culturale che segue ad ogni edizione un percorso tematico diverso dentro l’inesauribile dialogo dell’uomo con la natura, e la cui direzione di fondo è invece sempre la stessa: la parte nascosta, rarefatta, inesprimibile dell’universo montagna.
Paolo Vallorz è un pittore trentino, nato a Caldes, in Val di Sole, nel 1931. Riesce a far emergere il suo talento con non poche difficoltà, data la scarsa considerazione riservata in quegli anni agli artisti. Nel 1949 si trasferisce a Parigi dove si afferma finalmente come pittore e conquista una fama internazionale.
Alberto Bertoldi è un pittore piacentino, quasi interamente autodidatta, nato nel 1955. Dopo le prime mostre negli anni Settanta e un intenso periodo di studio, dal 1992 in poi ha all’attivo una trentina di personali.
La mostra