A A A
Home page

Bafal

E’ un luogo ancora oggi così chiamato, a metà strada tra le antiche ville di Cerana e Bolzana, oggi frazioni del Comune di Ragoli. Vi sorge un antico capitello il cui tetto fino a non molti anni fa attraversava tutta la sede stradale.
Un tempo a Bafàl, presso il capitello si riuniva la pubblica regola di Manez, qui fu redatto infatti il primo statuto di Manez da noi conosciuto, nel 1377. A differenza di altri luoghi, sembra che Bafàl fosse riservato esclusivamente alle regole di Manez. Successivamente esse si svolsero invece presso il campanile di Vigo, come quelle di Spinale.
Capitello Bafal
A Bafàl si trovava una cava di “marmo nero”, la tipica pietra nera di Ragoli usata per la costruzione della lapide a memoria della Decima di Preore e tuttora conservata all’interno della Chiesa di San Faustino a Preore.
Dalla cava di Bafàl proviene anche la pietra usata per il rivestimento esterno della “torre” della nuova sede delle Regole di Spinale e Manez, ritrovata casualmente durante la demolizione dei vecchi muri.