A A A
Home page

La Comunità di Preore

Nell’epoca in cui inizia ufficialmente la nostra storia, i possessori delle Regole di Spinale e Manez vivevano all’interno della Comunità di Preore, unità politico-amministrativa che faceva parte del Principato Vescovile di Trento, una garanzia di autonomia per le nostre comunità rurali. Se è vero infatti che l’istituto della “Pubblica Regola vicinale o comunale” è uno strumento di controllo del potere sulla popolazione, a questa viene comunque sempre riconosciuto il diritto alla proprietà privata e la partecipazione politica diretta. La vita politica nel Principato si basa sul pieno rispetto degli usi e le consuetudini tradizionali della popolazione.
La “Comunità o Università degli uomini di Preore” era suddivisa in vicinie o ville (paesi): Favrio, Vigo, Bolzana, Coltura e Pez (poi accorpati nel Comune di Ragoli); Binio, Larzana, Cort e Montagne (poi Comune di Montagne); Cerana e Irone (ma in un documento del 1525 non esistono più come ville); Mondrone, ovvero Preore.
Inserire CARTINA DELLA COMUNITA’ (documento pdf “cartina comunità preore”)